Variazioni anagrafiche

E’ stato predisposto un modulo per la “ Dichiarazione di variazione dati 2016” (Dichiarazione_Variazione_Dati_2017_compilabile)  per  comunicare a CONAI variazioni anagrafiche che:

  • non implicano il cambio di codice fiscale: in tal caso il modulo può anche non essere corredato dalla documentazione a supporto: nella sezione “soggetto cedente” riportare i dati prima della variazione, in quella “soggetto subentrante” riportare i dati dopo la variazione.
  • implicano cambiamento di codice fiscale: in tal caso l’operazione societaria introduce un nuovo soggetto giuridico che, in caso non sia già iscritto a Conai, deve presentare domanda di adesione.

Lo Statuto stabilisce che “la quota di partecipazione al Consorzio è indivisibile; è inoltre intrasferibile sia per atto tra vivi che mortis causa, se non in caso di trasferimento di azienda, di fusione e di scissione”.
Deve essere indicata la natura dell’operazione societaria effettuata e deve essere allegata documentazione idonea a comprovare l’avvenuta operazione (in genere l’atto notarile). Devono essere chiaramente indicati i dati  identificativi del soggetto cedente e di quello subentrante.

Deve inoltre essere indicato se il soggetto cedente perde completamente i requisiti per rimanere iscritto a Conai: se il cedente mantiene comunque anche una minima attività che abbia attinenza agli imballaggi, la quota non potrà essere trasferita al soggetto subentrante.

Tabella1
Tabella2

Da luglio 2016 è attivo un indirizzo PEC specifico per la ricezione sia della dichiarazione di variazione dati sia della richiesta di recesso: variazioni.conai@legalmail.it.

Per le aziende già consorziate, è possibile comunicare le variazioni anagrafiche (intervenute dopo l’adesione) o il recesso anche tramite il portale web (impreseinungiorno.gov.it) direttamente dal sito internet www.conai.org.

Recesso

Le norme dello Statuto CONAI che disciplinano la materia sono:

Articolo 9: “il recesso del consorziato e ammesso solo qualora vengano meno i requisiti d’ammissione. La dichiarazione di recesso deve essere comunicata con raccomandata al CONAI. Qualora il recesso sia motivato dall’adozione di uno dei sistemi previsti dall’art.221, comma 3, lettere a) e c) del D. Lgs. 152/06 o dalla partecipazione allo stesso come utilizzatore di soli imballaggi facenti parte dei predetti sistemi, il recesso ha effetto dal momento in cui e intervenuto il provvedimento di riconoscimento del sistema”.

Articolo 10: “e escluso dal Consorzio il consorziato che abbia perduto i requisiti per l’ammissione, che sia sottoposto a procedure concorsuali che non comportino la continuazione nell’esercizio, anche provvisorio, dell’impresa e che non possa, in ogni caso, più partecipare alla realizzazione dell’oggetto consortile […]”.

Articolo 11 : “non si procede alla liquidazione della quota e nulla è dovuto, a qualsiasi titolo, al Consorziato receduto o escluso”.

E’ stato predisposto un modulo per la richiesta di recesso 2016 (Richiesta_Recesso_2017_compilabile) che deve essere presentato quindi nel caso in cui non sussistano più i requisiti di appartenenza alla categoria dei produttori o utilizzatori di imballaggio, o nel caso in cui l’impresa abbia optato per uno dei sistemi di cui al citato art. 9, comma 3 dello Statuto. In caso di cessione dell’azienda, la richiesta di recesso del soggetto cedente deve essere presentata contestualmente alla dichiarazione di variazione dati.

Per tutti gli approfondimenti consultare la Guida_Contributo_Conai_2017.