Consorzi

I 6 Consorzi garantiscono il ritiro dei rifiuti di imballaggio di acciaio, alluminio, carta, legno, plastica e vetro raccolti in modo differenziato, la lavorazione e la consegna al riciclatore finale, che può essere un singolo impianto o un intermediario accreditato.

Compito di ciascun Consorzio è dunque quello di coordinare, organizzare e incrementare:

  • il ritiro dei rifiuti di imballaggi conferiti al servizio pubblico;
  • la raccolta dei rifiuti di imballaggi delle imprese industriali e commerciali;
  • il riciclo e il recupero dei rifiuti di imballaggio;
  • la promozione della ricerca e dell’innovazione tecnologica finalizzata al recupero e riciclaggio

Ricrea è il Consorzio che si preoccupa di assicurare il riciclo degli imballaggi in acciaio quali barattoli, scatolette, tappi, fusti, lattine e bombolette provenienti dalla raccolta differenziata organizzata dai comuni italiani. Nel 2015 Ricrea ha avviato al riciclo 348.000 tonnellate di imballaggi in acciaio, pari al 73% dell’immesso al consumo, coinvolgendo 5.600 comuni e 50 milioni di cittadini italiani. www.consorzioricrea.org

CiAl è un consorzio senza fini di lucro che rappresenta l’impegno assunto dai produttori di alluminio e dai produttori e utilizzatori di imballaggi in alluminio, nella ricerca di soluzioni per ridurre e recuperare gli imballaggi, conciliando le esigenze di mercato con quelle di tutela dell’ambiente. Nell’ultimo anno, attraverso gli accordi stretti con oltre 5.400 Comuni italiani, e il coinvolgimento di 44 milioni di cittadini, il Consorzio ha recuperato il 70,3% degli imballaggi in alluminio immessi sul mercato nazionale. www.cial.it

Comieco è il consorzio nazionale per il recupero e riciclo di carta e cartone e raggruppa le aziende della filiera cartaria e cartotecnica nazionale, tra produttori, trasformatori e recuperatori. Dal 1998 al 2013, grazie allo sviluppo delle raccolte differenziate urbane di carta e cartone, la percentuale di riciclo in Italia è passata dal 37% all’80%: 4 imballaggi cellulosici su 5 vengono oggi avviati a riciclo.  www.comieco.org

Rilegno è il consorzio che ha il compito di recuperare i rifiuti di imballaggio di legno e raggruppa tutti i produttori della categoria: dai fornitori di materiali per l’imballaggio ai fabbricanti di imballaggi ortofrutticoli, di pallet e di imballaggi industriali, dagli importatori di materiali per imballaggio e di imballaggi di legno vuoti fino alle imprese di riciclo degli imballaggio di legno. Ogni anno, grazie al lavoro di Rilegno si ricicla oltre 1.600.000 tonnellate di rifiuti di imballaggio: di questi rifiuti, circa il 95% diventa semilavorato per l’industria del mobile. Rilegno è il consorzio di riferimento anche per il riciclo del sughero.    www.rilegno.org

Corepla è il Consorzio nazionale per la raccolta, il riciclaggio e il recupero dei rifiuti di imballaggi in plastica, cui  partecipa l’intera filiera industriale: produttori e trasformatori di materie plastiche per la fabbricazione  di imballaggi, nonché, su base del tutto volontaria, imprese utilizzatrici e recuperatori/riciclatori di rifiuti di imballaggi in plastica. Grazie a Corepla, oggi la raccolta differenziata degli imballaggi in plastica è una realtà in più del 90% dei comuni italiani e permette di avviare a riciclo e recupero quasi 867.000 tonnellate di materiale.  www.corepla.it

Coreve è il Consorzio nazionale responsabile del riciclo e del recupero dei rifiuti d’imballaggio in vetro prodotti sul territorio nazionale. Fanno parte del Consorzio tutte le imprese produttrici d’imballaggi in vetro e gli importatori, sia imbottigliatori che grossisti.  Il Consorzio razionalizza, organizza, gestisce e promuove il ritiro dei rifiuti d’imballaggio in vetro, provenienti dalla raccolta differenziata effettuata dal servizio pubblico, garantendone l’avvio a riciclo. www.coreve.it

I sei materiali di imballaggio: