Risultati

Anche nell’ultimo anno il Sistema CONAI si è confermato un attore fondamentale sia nella salvaguardia dell’ambiente sia di un’intera filiera industriale che va dalla raccolta al trattamento e alla valorizzazione dei rifiuti di imballaggio.

Secondo i dati a consuntivo del 2020 pubblicati nel Programma generale di prevenzione e gestione degli imballaggi e dei rifiuti di imballaggio, in particolare nella Relazione Generale Consuntiva 2020, nel corso del 2020 in Italia è stato avviato a riciclo il 73% dei rifiuti di imballaggio: un totale di più di 9 milioni di tonnellate sui 13,1 milioni immessi al consumo. Un incremento del 3,3% rispetto ai quantitativi del 2019. La crescita è trainata essenzialmente da un aumento del 5,4% nel riciclo dei rifiuti provenienti dalla raccolta urbana, cresciuta nonostante le difficoltà dovute all’emergenza sanitaria.

Se alle cifre del riciclo si sommano quelle del recupero energetico, i numeri aumetnano: le tonnellate di rifiuti di imballaggio recuperate rasentano gli 11 milioni, quasi l’84% dell’immesso al consumo. Più di quattro imballaggi su cinque evitano di finire in discarica.

Cresce, infine, la gestione dei rifiuti di imballaggio in convenzione ANCI-CONAI: in Italia sono oltre 58 milioni gli abitanti serviti grazie all’Accordo con ANCI per il ritiro dei rifiuti di imballaggio in modo differenziato. A stipulare convenzioni con il sistema consortile, lo scorso anno, è stato più del 97% dei Comuni italiani. Per coprire i maggiori oneri della raccolta differenziata, nel corso del 2020 CONAI ha trasferito ai Comuni del nostro paese 654 milioni di euro.

Scarica: Brochure istituzionale CONAI 2021

Per sfogliare il PDF a schermo intero, clicca in basso sull’icona