Stati Generali della Green Economy 2015

29 ottobre 2015
cpt-notizie  |  Notizie

Si terranno a Rimini Fiera il 3 e 4 novembre, nell’ambito delle manifestazioni Ecomondo, Key Energy e Cooperambiente.

Gli Stati Generali della Green Economy sono promossi dal Consiglio Nazionale della Green Economy, composto da 66 organizzazioni di imprese rappresentative della green economy italiana, in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e il Ministero dello Sviluppo Economico.

Gli Stati Generali sono un processo di elaborazione strategico-programmatica aperto e partecipato che vede il coinvolgimento dei principali stakeholder della green economy italiana. L´iniziativa, nata nel 2012, è diventata ormai un punto di riferimento per migliaia di imprese e ha coinvolto tra il 2012 e il 2014 più di 5000 stakeholder.

L’intervento CONAI è previsto il 3 novembre, nel corso della tavola rotonda su ”La nuova economia dei rifiuti. Soluzioni industriali e prospettive verso l’economia circolare”.

Martedì 3 e Mercoledì 4 Novembre 2015
Stati Generali della Green Economy 2015. Lo stato della green economy in Italia

Sessione di apertura – 3 novembre | ore 10.30 – 13.30
Presentazione della I Relazione sullo stato della green economy in Italia

Sessione pomeridiana – 3 novembre | ore 15.00 – 18.00

Sessioni tematiche parallele:
L’internazionalizzazione delle imprese della green economy: collaborazione ambientale Italia-Cina (in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente)

Capitale Naturale: un nuovo driver di crescita per le imprese (in collaborazione con la Fondazione Global Compact Network Italia)

Parigi 2015: l’appello delle imprese green per l’Accordo globale sul clima

Adattamento climatico, mitigazione e prevenzione del dissesto idrogeologico e politiche per il territorio nel quadro di una green economy

La nuova economia dei rifiuti. Soluzioni industriali e prospettive verso l’economia circolare (in collaborazione con la Rivista Materia Rinnovabile e CTS Ecomondo)

Sessione conclusiva – 4 novembre | ore 9.30 – 13.00
La green economy per la ripresa dell’Italia

Per ulteriori informazioni: www.statigenerali.org