Siglato un accordo con il Comune di Padova

30 maggio 2018
cpt-notizie  |  Comunicati Stampa

Il Comune di Padova e AcegasApsAmga con CONAI per il potenziamento della raccolta differenziata in Città

Padova, 30 maggio 2018 – É stato firmato oggi, presso la sede del Comune di Palazzo Moroni, un protocollo di intesa con l’obiettivo di migliorare i livelli quantitativi e qualitativi di raccolta differenziata dei rifiuti – con particolare riferimento a quelli di imballaggio – sull’intero territorio comunale. Hanno sottoscritto l’impegno il Sindaco di Padova, Sergio Giordani, il Presidente di CONAI (Consorzio Nazionale Imballaggi) Giorgio Quagliuolo e il Direttore Generale di AcegasApsAmga Roberto Gasparetto, alla presenza dell’Assessore all’Ambiente Chiara Gallani che in questi mesi ha promosso il percorso che ha portato alla firma.

Il Protocollo di Intesa mira a potenziare la raccolta differenziata – finalizzata all’avvio a riciclo dei rifiuti di imballaggio – sull’intero territorio comunale, attraverso la redazione di un Piano pluriennale per lo sviluppo della raccolta e la valorizzazione dei rifiuti urbani, l’avvio di una campagna di comunicazione per informare e sensibilizzare la cittadinanza sui benefici della raccolta differenziata e sulle modalità per svolgerla al meglio, migliorando la qualità dei materiali raccolti, minimizzando gli scarti.

«Padova è rientrata nel sistema Anci e questo si traduce in vantaggi per tutti – spiega il Sindaco di Padova, Sergio Giordani – In questo caso la collaborazione con Conai consente di avere a disposizione risorse e competenze ulteriori per migliorare la qualità della raccolta differenziata per pianificare ulteriori interventi sulla base degli ambiziosi obiettivi del nostro programma».

Il Comune di Padova assicurerà il supporto tecnico necessario al perseguimento degli obiettivi del Protocollo, e si impegna a promuovere la raccolta differenziata incentivandone lo sviluppo secondo criteri di efficienza, efficacia, economicità, trasparenza e prossimità, oltre ad adottare le misure amministrative e regolamentari utili ai fini della realizzazione del Piano.

«Questo protocollo è un risultato importante – sottolinea l’assessora Chiara Gallani – perché concretizza un percorso, mettendo a frutto delle opportunità che l’amministrazione ha saputo cogliere. Migliorare la qualità della raccolta differenziata non è solo un bene per l’ambiente, ma si trasforma anche vantaggi economici per i cittadini e l’amministrazione».

AcegasApsAmga, garantirà l’effettiva possibilità di realizzazione, dal punto di vista tecnico, dei contenuti del Piano Pluriennale che saranno condivisi tra le Parti, mentre CONAI si impegna a fornire supporto tecnico e ad implementare e contribuire economicamente alla realizzazione di iniziative di una campagna di comunicazione diretta alla cittadinanza, oltre ad assicurare il ritiro dei rifiuti di imballaggio provenienti dalla raccolta differenziata riconoscendo i relativi corrispettivi secondo quanto previsto dall’Accordo ANCI-CONAI.

«Siamo particolarmente lieti di poter cogliere questa opportunità – commenta Roberto Gasparetto, Direttore Generale AcegasApsAmga – Migliorare ulteriormente quantità e qualità della raccolta differenziata in una città articolata e complessa come Padova, richiede un coinvolgimento sia operativo che culturale di tutti i cittadini, per cui sarà di grande utilità poter contare anche sull’esperienza maturata da Conai in progetti di questo tipo».

«Il protocollo di intesa sottoscritto oggi ci permette di gettare le basi per migliorare ulteriormente le performance della città in termini di quantità e soprattutto qualità dei rifiuti di imballaggi raccolti in via differenziata. Ma per raccogliere tanto e bene, la chiave del successo risiede nella capacità dell’Amministrazione Comunale di mantenere una precisa volontà politica nonché nell’impegno costante nella realizzazione del progetto esecutivo da parte del gestore del servizi. Come Conai giochiamo un ruolo di partner tecnico, ma fondamentale per il successo sarà la stretta collaborazione tra tutti gli attori coinvolti» conclude Giorgio Quagliuolo, Presidente di Conai.