Riciclo Aperto al pubblico per gli impianti di riciclo della carta

21 aprile 2015
notizie  |  carta, riciclo aperto

Il 15, 16 e 17 aprile è tornato l’appuntamento annuale di Riciclo Aperto, l’iniziativa che ha aperto le porte degli impianti della filiera del riciclo di carta e cartone a scuole, cittadini, istituzioni, media e a tutti coloro che sono interessati a capire, assistendo alle varie fasi del processo industriale, cosa succede a carta e cartone una volta conferiti negli appositi contenitori. L’iniziativa promossa da Comieco – Consorzio Nazionale per il riciclo e recupero di imballaggi cellulosici – in collaborazione in collaborazione con Assocarta, Assografici, Federmacero e Unionmaceri e con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, è giunta quest’anno alla sua 15esima edizione e aveva l’obiettivo di rassicurare i cittadini sul buon fine della loro raccolta differenziata e di educare i giovani ad un uso più consapevole delle risorse. Sono stati 89 gli impianti aderenti a “Riciclo Aperto”, distribuiti su tutto il territorio nazionale, e che nella tre giorni di open day hanno accolto cittadini e studenti curiosi di scoprire le varie fasi del “ciclo del riciclo”: dalle piattaforme di selezione del macero, dove i rifiuti cellulosici vengono selezionati per tipologia e formato e dove vengono eliminate le impurità più rilevanti (come sacchetti di plastica, cellophane etc.), alle cartiere dove sono state prodotte nuove bobine di carta, i grandi rotoli di materiale riciclato pronti per essere inviati alle cartotecniche, che li lavoreranno per produrre nuovi imballaggi, nuovi fogli ma anche oggetti d’arredo e articoli di design. Nel dettaglio, le strutture aperte al pubblico (fra piattaforme, cartiere, cartotecniche e musei) nei tre giorni della manifestazione sono state 40 nelle regioni del Nord, 12 in quelle del Centro e 37 in quelle del Sud.

“Quest’anno Comieco raggiunge un importante traguardo: quello dei 30 anni di attività” ha dichiarato Ignazio Capuano, presidente del consorzio. “Tre decenni nei quali il Consorzio ha operato insieme ai cittadini, alle istituzioni e all’industria per portare l’Italia sul podio europeo nel riciclo dei materiali. Dopo la siderurgia, infatti, l’industria cartaria italiana è il comparto che impiega in valore assoluto il maggior quantitativo di materia prima

seconda. Con lo sviluppo delle raccolte differenziate urbane e grazie al lavoro svolto anche dal nostro Consorzio, l’industria italiana ha potuto affrancarsi dall’importazione di materia prima dall’estero. Oggi la carta da macero rappresenta il 55% della materia prima usata dalle cartiere in Italia per le nuove produzioni.

RicicloAperto, che in 15 anni ha accolto 210.000 visitatori, è nato con l’obiettivo di valorizzare i risultati di tutta la filiera impegnata nel riciclo di carta e cartone: un’eccellenza italiana che ogni giorno lavora per trasformare i rifiuti urbani in nuove risorse da immettere nel ciclo produttivo.”