Protocollo di intesa con Livorno per la raccolta differenziata

18 Maggio 2018
notizie  |  Comunicati Stampa

Aamps, Comune e Conai uniscono le forze per il lancio e la raccolta “Porta a porta” nel centro di Livorno 

Firmato il protocollo d’intesa in vista dell’avvio della raccolta differenziata in centro, prevista per l’autunno

Livorno, 18 maggio 2018 – É stato firmato oggi presso la sede del Comune di Livorno il protocollo di intesa tra Aamps, la società in house per la gestione del ciclo integrato dei rifiuti e della pulizia stradale in città, CONAI (Consorzio Nazionale Imballaggi) e Amministrazione Comunale per la realizzazione della raccolta “Porta a porta” nel centro cittadino, prevista in autunno, e tutta la comunicazione a supporto.

Hanno sottoscritto l’impegno il Sindaco di Livorno, Filippo Nogarin, il Presidente di CONAI, Giorgio Quagliuolo, e il Direttore Generale di AAMPS, Paola Petrone.

Il Protocollo di Intesa è finalizzato a migliorare i livelli quantitativi e qualitativi di raccolta differenziata dei rifiuti – con particolare riferimento a quelli di imballaggio – sull’intero territorio comunale, potenziando il servizio, che partirà indicativamente in autunno, attraverso la pianificazione e l’implementazione del “Porta a porta” all’interno del centro storico. Sarà, inoltre, rafforzata una campagna di comunicazione per informare e sensibilizzare la cittadinanza sui benefici della raccolta differenziata e sulle modalità per svolgerla al meglio, migliorando la qualità dei materiali raccolti e minimizzando gli scarti.

I benefici del “Porta a porta” in centro si andranno così ad aggiungere a quelli già evidenti in seguito all’avvio del servizio nelle altre parti della città nel corso del 2018. Ad oggi il “Porta a porta” a Livorno copre circa il 60% della popolazione e coinvolge complessivamente i seguenti quartieri: Ardenza, La Rosa, Costanza; Leccia, Scopaia, Magrignano; Castellaccio, Quercianella, Collinaia, Valle Benedetta; Montenero Alto, Montenero Basso; Antignano, Banditella; Colline; Coteto; Salviano, Cimarosa; Porta a terra, Firenze Enriques, Provinciale pisana; La Venezia, Picchianti, Vallin Buio; San Jacopo, Marradi, Fabbricotti, Stadio. A giugno il “Porta a porta” sarà avviato nei quartieri Zola, Ferrigni e Stazione e, come detto, in autunno arriverà in centro, offrendo alla cittadinanza un servizio di raccolta e smaltimento rifiuti in linea con le città italiane più all’avanguardia in questo campo.

“L’introduzione del Porta a porta in città è il primo passo per la creazione di un servizio di gestione integrata e virtuosa dei rifiuti” – ha sottolineato il sindaco di Livorno, Filippo Nogarin. “Abbiamo scelto questo modello perché è il più efficace per aumentare le percentuali di differenziata e la qualità del materiale raccolto. Entro un anno saremo in grado di raggiungere il 74% di differenziata e questo ci permetterà di spegnere l’inceneritore del Picchianti, ridurre il costo del servizio e di conseguenza abbattere il costo della Tari. In questo modo i cittadini saranno ripagati dei sacrifici che stiamo chiedendo loro in questa fase di passaggio. Voglio ringraziare chi abita nei quartieri che sono già passati al Porta a porta, per il suo impegno quotidiano. Ora tocca al centro e grazie alla collaborazione con CONAI siamo certi di riuscire ad organizzare il servizio nel migliore dei modi”.

Il Comune di Livorno assicurerà il supporto tecnico necessario al perseguimento degli obiettivi del Protocollo e si impegnerà a promuovere la raccolta differenziata incentivandone lo sviluppo secondo criteri di efficienza, efficacia, economicità, trasparenza e prossimità, oltre ad adottare le misure amministrative e regolamentari utili alla realizzazione del Piano.

Aamps garantirà la piena realizzazione delle iniziative individuate, coinvolgendo i suoi professionisti per la buona riuscita del progetto e assicurando, con i propri mezzi e strumenti, la piena realizzazione delle iniziative previste sia in termini operativi del servizio che comunicativi, attraverso gli abituali canali di contatto con il pubblico e eventuali iniziative ad hoc.

“Il Porta a porta è il progetto più importante che abbiamo lanciato quest’anno, in accordo con l’Amministrazione Comunale” – ha dichiarato Paola Petrone, Direttore generale di Aamps. “Ci abbiamo sempre creduto e continuiamo a pensare che sia la miglior soluzione per garantire alla città decoro e sostenibilità ambientale, oltre che a diffondere tra la cittadinanza sensibilità green. Per il centro cittadino abbiamo voluto alzare ulteriormente il tiro e unire le forze con CONAI per migliorare ulteriormente l’organizzazione del servizio, ideare, programmare e realizzare le migliori iniziative che possano consentire a tutti – Comune, azienda, Consorzio e livornesi – di svolgere al meglio la propria parte in questa importante rivoluzione”.

CONAI si impegna a fornire supporto tecnico e ad implementare e contribuire economicamente alla campagna di comunicazione diretta alla cittadinanza, oltre ad assicurare il ritiro dei rifiuti di imballaggio provenienti dalla raccolta differenziata riconoscendo i relativi corrispettivi secondo quanto previsto dall’Accordo ANCI-CONAI.

CONAI lavora a fianco dei Comuni sviluppando progetti a sostegno della raccolta differenziata e dell’avvio a riciclo dei rifiuti di imballaggio. A Livorno siamo presenti in qualità di partner tecnico per collaborare su quella che è considerata la parte più complessa della città, il centro storico” – ha dichiarato Giorgio Quagliuolo, Presidente di CONAI. “La chiave del successo, oltre che nella stretta collaborazione tra tutti gli attori coinvolti, risiede nella capacità dell’Amministrazione Comunale di mantenere una precisa volontà politica, nonché nell’impegno costante nella realizzazione del progetto esecutivo, come già ampiamento dimostrato dal gestore del servizio”.