Parte il ciclo di seminari sull’accordo quadro ANCI-CONAI

2 novembre 2015
cpt-notizie  |  accordo quadro, anci-conai

A Milano, continua il  ciclo dei seminari con il terzo dei 13 incontri organizzati su base regionale per illustrare ai Comuni le opportunità per valorizzare al meglio i propri rifiuti di imballaggio.

Nella regione Lombardia, nel corso del 2014, sono stati conferiti ai Consorzi di Filiera del sistema Conai, 688.268 tonnellate di soli rifiuti di imballaggio, pari ad una raccolta differenziata pro-capite di 84,1 kg/ab, per un totale di 73.526.336 Euro riconosciuti alle amministrazioni comunali.

Oggi a Milano, 12 novembre, si è tenuto il terzo dei 13 incontri organizzati da Conai ed Anci con l’obiettivo di promuovere ed illustrare l’Accordo Quadro Anci Conai 2014-2019, riguardante la valorizzazione dei rifiuti di imballaggio in carta, plastica, vetro, acciaio, alluminio e legno provenienti dalla raccolta differenziata.

Durante l’incontro sono state illustrate le novità introdotte dall’Accordo Quadro 2014-2019, con un approfondimento dei principali aspetti degli Allegati Tecnici riguardanti la gestione dei rifiuti di imballaggio. Sono stati inoltre presentati i dati regionali relativi alla filiera del recupero e riciclo dei rifiuti conferiti e gestiti per il tramite delle convenzioni dai consorzi di filiera.

Gli interventi, rivolti a tutti i comuni ed i gestori della raccolta differenziata, sono stati curati dai referenti territoriali di Conai e dai funzionari di ANCI.

L’Accordo Quadro, alla sua 4° edizione, prosegue sulla scia delle precedenti edizioni per dare continuità allo sviluppo della raccolta differenziata e del riciclo dei rifiuti di imballaggio in Italia.  Nel nuovo accordo è stata confermata la priorità della raccolta differenziata di qualità, condizione indispensabile per un corretto avvio a riciclo dei rifiuti di imballaggio così come la garanzia di ritiro universale da parte dei Consorzi su tutto il territorio nazionale dei rifiuti di imballaggio conferiti al servizio pubblico di raccolta.

Inoltre, il ruolo del Sistema Consortile continuerà a svolgersi in una logica di sussidiarietà rispetto al mercato. Il nuovo Accordo garantisce, infatti, ai Comuni e ai gestori convenzionati la possibilità di recedere dalle convenzioni destinando il materiale sul mercato.

Infine, è stato aumentato l’impegno economico, fino a 5 milioni di euro, per la realizzazione di strumenti a supporto dello sviluppo dell’Accordo Quadro (Banca Dati Anci Conai, Bando per la Comunicazione locale, formazione dell’amministratori locali) e per sostenere gli enti locali nell’avvio di progetti di raccolta differenziata.

Nel 2014 la raccolta differenziata in convenzione è cresciuta in maniera significativa, facendo registrare un + 7,2% a livello nazionale (3.650.000 tonnellate di rifiuti di imballaggio conferite al sistema consortile), con percentuali di incremento ancora maggiori registrate nelle regioni del Centro-Sud, che si dimostra essere il bacino con maggiori potenzialità di sviluppo anche per gli anni a venire.

In misura maggiore rispetto ai quantitativi conferiti, con il rinnovo dell’AQ crescono anche i corrispettivi erogati da Conai ai Comuni, che sono passati nel 2014 da 342 a circa 400 milioni di euro (+17%). L’incremento è ancora più significativo se consideriamo che nel primo trimestre del 2014 era ancora in vigore la precedente edizione dell’Accordo, che prevedeva una modulazione differente dei corrispettivi.

E’  importante ricordare che una buona raccolta differenziata dei rifiuti di imballaggio (acciaio, alluminio, carta, legno, plastica, vetro),  garantisce oltre a un beneficio ambientale, anche notevoli benefici economici, infatti migliore è la qualità della raccolta maggiori saranno i corrispettivi previsti dall’Accordo ANCI-CONAI per i Comuni. Secondo una stima di CONAI, un comune di 100 mila abitanti con una buona raccolta dei rifiuti di imballaggio sia in termini quantitativi sia qualitativi, può arrivare a ricevere corrispettivi, grazie al nuovo Accordo Quadro Anci Conai, pari a 1.420.000 milioni di euro. Ampliando il discorso ad un bacino di 1 milioni di abitanti si possono raggiungere i 14 milioni di euro.

Nel corso del 2014, i comuni che hanno stipulato almeno una convenzione con il sistema Conai/Consorzi di filiera sono stati 7.800, con un coinvolgimento di oltre 59 milioni di cittadini, pari al 99% della popolazione italiana, confermando l’Accordo Quadro come punto di riferimento per la gestione dei rifiuti di imballaggio.

Maggiori corrispettivi per raccolte di qualità e monitoraggio dei flussi di raccolta – ha dichiarato Luca Piatto, responsabile Area Rapporti con il Territorio Conaisono i punti forti dell’Accordo Quadro 2014-2019, per favorire l’ulteriore crescita e sviluppo della raccolta differenziata finalizzata a fornire materiali idonei per il successivo avvio a riciclo.

L’obiettivo di questi seminari – ha dichiarato il delegato Anci all’energia e rifiuti Filippo Bernocchiè quello di aggiornare e implementare le competenze e le conoscenze dei comuni in un settore complesso e delicato quale è  la gestione dei rifiuti urbani.

Il calendario dei prossimi incontri:  

Napoli, 26 novembre 2015 (per i comuni della Campania e Molise)

Firenze 3 dicembre 2015 (per i comuni di Toscana e Umbria)

Bologna 15 dicembre 2015 (per i comuni dell’Emilia Romagna e Liguria)

Lamezia Terme 19 gennaio 2016 (per i comuni della Calabria)

Cagliari 26 gennaio 2016 (per i comuni della Sardegna)

Lecce 4 febbraio 2016 (per i comuni della Puglia del Sud)

Foggia 11 febbraio2016 (per i comuni della Puglia del Nord e della Basilicata)

Teramo 18 febbraio 2016 (per i comuni di Abruzzo e Marche)

Trento 3 marzo 2016 (per i comuni del Trentino AA, Veneti e Friuli VG)

Roma 10 marzo 2016 (per i comuni del Lazio)

 Segreteria Organizzativa: ANCI Comunicare – tel. 06.68009381 – e-mail: strinati.comunicare@anci.it