Nuove regole sul riciclo frenano in Gran Bretagna il recupero dell’alluminio

4 maggio 2015
cpt-notizie  |  Rassegna Internazionale

I dati sul recupero dei rifiuti in Gran Bretagna diffusi dall’Agenzia per l’Ambiente per il primo trimestre del 2015 mostrano che il riciclo degli imballaggi di alluminio è significativamente inferiore ai livelli stabiliti per raggiungere l’obiettivo del 2015.Mentre l’imballaggio nel suo complesso è al di sopra del valore registrato nel 1° trimestre 2014, il tonnellaggio riportato per gli imballaggi in alluminio recuperato dalle ceneri di fondo (IBA) è significativamente inferiore al quantitativo riciclato o esportato.Quella del primo trimestre è la prima indicazione sull’impatto che l’abolizione dei protocolli per i rottami di alluminio e l’introduzione del nuovo protocollo per il recupero degli imballaggi in alluminio da IBA sta avendo sul riciclaggio.Per la maggior parte degli imballaggi in alluminio la qualificazione “recuperato IBA” non è stata segnalata. La ragione di questo è che un certo numero di attori chiave del settore hanno deciso di non fare l’accredito (o non hanno ancora ricevuto l’approvazione) con l’Agenzia per l’ambiente e quindi non sono in grado di rilasciare la certificazione su questo materiale.Il problema è aggravato dal fatto che un certo numero di riprocessatori ed esportatori che sono stati precedentemente accreditati hanno scelto di non riapplicare la dicitura.Secondo Alupro, ciò è dovuto alla complessità del sistema e al processo di accreditamento.