Mantova, la differenziata è al 76,5 % grazie allo storico “porta a porta”

22 maggio 2015
cpt-notizie  |  Mantova, raccolta differenziata

Con una media del 76,5% di raccolta differenziata e con punte dell’84-86% in alcuni Comuni, la provincia di Mantova si pone al primo posto in Lombardia e al quarto posto in Italia in quanto a percentuali di rifiuti raccolti e differenziati. In particolare, sono 57 i “Comuni virtuosi” in tema di gestione rifiuti, che nel 2014 hanno raggiunto e superato la percentuale del 70% di raccolta differenziata.

Un successo – leggiamo in una nota di Mantova Ambiente – che premia l’impegno per l’ambiente e la scelta di scommettere fin dal lontano 2002 sulle raccolte domiciliari porta a porta, che negli anni successivi si sono andate estendendo e diffondendo in quasi tutti i Comuni mantovani. I risultati ottenuti significano meno rifiuti da smaltire nelle discariche e negli inceneritori, più recupero di materia e di energia e tantissimi nuovi oggetti che rinascono dai materiali raccolti in modo differenziato.

Da qui l’importanza strategica delle campagne di informazione ambientale. Attraverso incontri e materiali informativi, tradotti nelle principali lingue straniere, vengono illustrati in modo semplice e puntuale ai cittadini tutti i servizi e i vantaggi ambientali ed economici legati ai nuovi servizi di raccolta, in modo da consolidare nel tempo i comportamenti virtuosi e trasformarli in abitudini di vita permanenti.

“Il porta a porta rappresenta un passo in avanti che si commenta da solo – evidenzia il Direttore di Mantova Ambiente, Anzio Negrini – e che conferma, una volta di più, la grande spinta che è in grado di dare alla raccolta differenziata sia in termini di quantità che di qualità. Sono risultati straordinari e di grande civiltà, conseguiti grazie alla qualità del servizio di raccolta, ma il cui grande merito va soprattutto ai cittadini, che collaborano con grande attenzione. Proprio il costante miglioramento della qualità di quanto viene differenziato dai cittadini è l’elemento che consente di ricavare sempre maggiori risorse dai materiali raccolti, che potranno anche alleggerire il peso della tariffa che i cittadini pagano”.