Expo 2015, nasce il Comitato Milano Recycle City, farà conoscere le proprie eccellenze

21 aprile 2015
notizie  |  expo 2015, Milano

Cogliere l’opportunità dell’Expo per far conoscere Milano come eccellenza mondiale in tema di gestione dei rifiuti urbani. È uno degli obiettivi che si prefigge il Comitato Milano Recycle City, che si è costituito ufficialmente nei giorni scorsi e di cui fanno parte Consorzio Italiano Compostatori, Amsa, Comieco e Novamont.

La raccolta differenziata nel capoluogo lombardo ha raggiunto livelli da record. Nel 2013 Milano ha completato l’estensione della raccolta della frazione organica a tutte le utenze domestiche del territorio. Da quel momento oltre 1,3 milioni di abitanti separano regolarmente anche lo scarto di cucina. Questo risultato ha consegnato a Milano il primato mondiale tra le metropoli con il maggior numero di abitanti serviti dalla raccolta dell’umido, superando anche San Francisco, che conta circa 830mila abitanti.

La performance è poi andata oltre le previsioni. In ciascuna delle zone di Milano il sistema di raccolta è andato a regime nell’arco di 3-4 settimane, attestandosi tra i 90-92 kg di rifiuto raccolto per abitante all’anno, riuscendo ad avviare a recupero quasi 120.000 t/anno. Sulla scia di questo incremento, la percentuale complessiva di raccolta differenziata a Milano è arrivata alla fine del 2014 al 50,4%, il dato più alto tra le metropoli italiane.

Tuttavia, anche se la differenziata a Milano ha già raggiunto livelli elevati, soprattutto per l’organico, i membri del Comitato confidano nel fatto che ci siano ancora margini di miglioramento. Per questo, tra gli obiettivi del gruppo di lavoro c’è anche l’effettuazione di studi e ricerche per migliorare ulteriormente la quantità e la qualità delle raccolte differenziate. Tutto ciò nella cornice di promozione internazionale del cosiddetto “modello Milano”, a partire da Expo 2015.