CoReVe accoglie le richieste di ANCI

22 gennaio 2016
notizie  |  anci-conai, ceramica, Coreve, vetro

CoReVe accoglie le richieste di Anci: due anni di tempo ai comuni per abbattere i quantitativi di ceramica nella raccolta del vetro

Coreve ha preso la decisione, avallata dal Comitato di Coordinamento ANCI-CONAI, di modificare temporaneamente – per il solo biennio 2016/2017 – le specifiche tecniche previste dall’Accordo Quadro, relativamente alla quota di inerti presenti nella raccolta differenziata del vetro, rendendole meno severe. Il provvedimento recepisce osservazioni fatte da Consorziati e persegue il miglioramento della qualità del rottame di vetro raccolto dando però tempo a sforzi congiunti dei Convenzionati e di CoReVe di essere finalizzati.

Infatti è emersa la necessità di organizzare meglio la raccolta differenziata, con particolare riguardo ai conferimenti della ceramica, anche in seguito a recenti studi che CoReVe ha sviluppato insieme ad Hera SpA (a Rimini, Riccione e Forlì) e ad Amia SpA (a Verona), i quali hanno evidenziato come il principale flusso di ceramica presente nei rifiuti d’imballaggio in vetro derivi dal canale dei bar e ristoranti con un’incidenza, sulla raccolta differenziata, di circa tre volte quella delle famiglie. Intervenendo su questo fronte si potranno ottenere significativi miglioramenti.

Parallelamente, CoReVe intende avviare specifiche campagne rivolte ai pubblici esercizi per informarli e sensibilizzarli sull’importanza di differenziare il vetro con cura, conferendo la ceramica nei rifiuti indifferenziati, secondo quanto stabilito dal Comitato Tecnico ANCI-CoReVe, anche per evitare di incorrere nelle sanzioni previste dalla legge.

La specifica sarà quindi articolata, per la parte riguardante gli inerti, in subfasce con differenti percentuali e corrispettivi, che saranno applicate ai quantitativi conferiti dai convenzionati a partire dal 1 gennaio 2016.

 

Fascia

Sub Fascia

infusibili
(%)

Impurità
(%)

Corrispettivo
(euro/t.)

A

≤ 0,3

≤1

45,59

B

≤ 0,4

≤2

42,08

C

≤ 0,5

≤3

39,07

D

D1

≤ 0,6

≤3

35,06

D2

≤ 0,7

≤3

31,06

D3

≤ 0,8

≤4

27,05

E

E1

≤ 0,9

≤4

23,90

E2

≤ 1,0

≤4

20,75

E3

≤ 1,1

≤4

17,61

E4

≤ 1,2

≤4

14,46

E5

≤ 1,3

≤4

11,31

E6

≤ 1,4

≤4

8,16

E7

≤ 1,5

≤6,5

5,01

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per facilitare la comprensione del nuovo sistema di fasce riportiamo alcuni esempi di calcolo.

 

 

 

 

Media Mobile

risultante

dalla

conclusione

del ciclo

di analisi

Addendum Vetro e Metalli

Fine

Infusibili

Metalli

Impurità Totali

Vecchia Fascia
(fino al 31/12/2015)

Vecchio Corrispettivo

(fino al 31/12/2015)

Nuova Fascia
(dal 01/01/2016)

Nuovo Corrispettivo

(dal 01/01/2016)

Esempio 1

9,54

0,52

0,20

3,00

Fascia D

27,05

D1

35,06

Esempio 2

9,54

0,52

0,20

3,01

Fascia D

27,05

D3

27,05

Esempio 3

8,87

0,70

0,56

2,99

Fascia D

27,05

D2

31,06

Esempio 4

8,87

0,81

0,56

2,45

Fascia E

5,01

E1

23,90

Esempio 5

12,13

1,02

0,22

3,99

Fascia E

5,01

E3

17,61

Esempio 6

13,09

1,02

0,22

4,01

Fascia E

5,01

E7

5,01

Esempio 7

si

9,54

0,34

3,20

2,99*

Fascia D

27,05

D3

27,05

Esempio 8

si

13,44

0,52

4,26

3,00*

Fascia D

27,05

D3

27,05

Esempio 9

si

12,98

0,81

5,02

3,99*

Fascia E

5,01

E1

23,90

Esempio 10

si

12,98

0,81

5,02

4,01*

Fascia E

5,01

E7

5,01

* Impurità totali al netto degli imballaggi metallici