Adesione e termini generali

Per iscriversi a Conai occorre compilare e inviare la Domanda di Adesione con allegata la ricevuta di versamento della quota.

L’impresa all’atto dell’adesione deve indicare la categoria di appartenenza – Produttore o Utilizzatore – sulla base dell’attività prevalente individuata.

L’adesione a CONAI comporta il versamento di una quota costituita da un importo fisso di 5,16 Euro, al quale si aggiunge un importo variabile solo per le imprese che nel corso dell’esercizio precedente all’adesione abbiano avuto ricavi complessivi superiori a 500.000,00 Euro. La quota di adesione a CONAI si versa soltanto una volta e può essere adeguata successivamente a discrezione del Consorziato.

Da luglio 2016 è attivo un indirizzo PEC specifico per la ricezione della domanda di adesione: adesione.conai@legalmail.it.

È possibile iscriversi a Conai anche tramite il servizio “Adesione on line” attraverso il portale impresainungiorno.gov.it, direttamente dal sito internet www.conai.org . Restano comunque attivi i canali tradizionali (fax – posta).

Per tutti gli approfondimenti, si rinvia alla Domanda_Adesione_2017_compilabile, corredata di istruzioni per la compilazione.

Aspetti amministrativi e fiscali

Dal punto di vista fiscale, l’adesione a CONAI comporta l’acquisto di quote di partecipazione al Consorzio: la quota versata dai Consorziati all’atto dell’adesione, nonché gli eventuali successivi adeguamenti, costituiscono contributo straordinario e pertanto andranno inseriti nell’attivo dello Stato patrimoniale del Consorziato, nel conto “Partecipazioni in altre imprese”, Sez. BIII, voce 1, lettera d, articolo 2424 del Codice civile.

Le quote di adesione a CONAI non sono soggette a IVA.

Obblighi e diritti dei Consorziati

I Consorziati sono tenuti a osservare lo Statuto, il Regolamento e le deliberazioni degli organi del Consorzio vincolanti per tutti i Consorziati.

Ogni Consorziato ha il diritto di partecipare all’Assemblea CONAI e ha diritto a un numero di voti in funzione dell’entità delle quote versate.

Aziende di nuova costituzione o apertura di nuove attività riferite agli imballaggi

Le aziende di nuova costituzione o quelle che iniziano una nuova attività che comporta produzione o utilizzo di imballaggi aderiscono a CONAI entro un mese dalla data di inizio dell’attività prendendo come riferimento la prima fattura ricevuta o emessa.

La stessa procedura potrà essere utilizzata dalle aziende che, ad attività già avviata, siano tenute ad aderire a CONAI.

Adesione ai Consorzi di filiera e alternative

I Produttori, oltre a iscriversi a CONAI nella categoria dei Produttori, si iscrivono a uno o più Consorzi di Filiera in rapporto ai materiali prodotti e ai singoli Statuti consortili. Per quanto riguarda gli Utilizzatori, gli stessi possono aderire volontariamente ai Consorzi di Filiera che ne prevedono la possibilità di iscrizione dandone indicazione nella Domanda di adesione. Nel modulo di adesione a CONAI, l’impresa dichiara a quali Consorzi aderisce.

Il D.lgs. 152/06 prevede, all’articolo 221, comma 3, lett. a) e c), gli obblighi per i Produttori che volessero effettuare autonomamente la gestione ambientale degli imballaggi e dei rifiuti di imballaggio.

In particolare questi Produttori possono:
• organizzare autonomamente, anche in forma collettiva, la gestione dei propri rifiuti di imballaggio sull’intero territorio nazionale;
• oppure attestare sotto la propria responsabilità che è stato messo in atto un sistema di restituzione dei propri imballaggi, mediante idonea documentazione che dimostri l’autosufficienza del sistema […].

Per tutti gli approfondimenti consultare la Guida_Contributo_Conai_2017